Misandria e misoginia: quali sono le cause biologiche?

Avvertenza: a differenza degli altri articoli sinora pubblicati su questo blog questo pezzo verte principalmente su opinioni personali (sebbene confortate da qualche dato). I lettori si sentano quindi liberi di dargli un’attenzione assai minore rispetto ad altri pezzi supportati dalla scienza e dalle statistiche.

Esiste a mio parere una componente biologica sia nella misoginia che nella misandria.

MISOGINIA

Almeno il 90% della misoginia è dovuta certamente all’asimmetria sessuale, ovverosia al minor desiderio sessuale femminile che nella pratica si traduce in un vantaggio per le donne, in quanto il risultato pratico è un maggior valore sessuale (perlomeno in età fertile). Questa opinione è confortata da dati quali il notevolissimo studio condotto dalla dottoressa Catherine Hakim, che abbiamo già abbondantemente citato qui

https://theindependentmanitaly.wordpress.com/2018/10/25/the-journey-begins/

Non mi vengono in mente altre possibili diffuse cause di misoginia, cioè di odio / disprezzo verso le donne. Sicuramente ci saranno uomini che odiano o disprezzano le donne per motivi differenti dall’asimmetria sessuale ed il potere che questa comporta per le donne, ma non vedo probabile, e nemmeno possibile, che si tratti di ragioni diffuse.

In altre parole, non mi vengono in mente altre ragioni. Personalmente ho notato, e questa mia opinione non è confortata da studi, che generalmente le donne tendono ad essere meno aperte, a volte anche più ipocrite, degli uomini circa tutto ciò che riguarda la sfera sessuale, e che questo avviene in tutte le culture (in Italia, come in Svezia, come in Cina, in Giappone, ed in Africa) e quindi potrebbe esservi una ragione biologica per tale differenza. Ma tale differenza è solo una tendenza generale con notevoli eccezioni in entrambi i sensi, e comunque, anche se tale differenza fosse effettiva e persino notevole, non mi pare ragione sufficiente per la misoginia, quindi escluderei tale eventuale differenza dal novero delle possibili cause della misoginia.

MISANDRIA

Nel caso della misandria le cause sono ovviamente differenti, ed in parte biologiche: la debolezza fisica femminile (minor massa muscolare, minor altezza, prestazioni fisiche nettamente inferiori) è un dato di fatto innegabile, e ovviamente alcune donne, o più probabilmente molte, soffrono in certa misura di tale differenza.

C’è poi la componente intellettiva: sebbene sia accertato che l’intelligenza media maschile e femminile siano più o meno equivalenti, le donne hanno una distribuzione del QI più piatta – ne abbiamo già parlato qui

https://theindependentmanitaly.wordpress.com/2019/02/27/perche-le-donne-fanno-schifo-a-scacchi/

Ciò comporta che la grande maggioranza SIA di persone con intelligenza nettamente inferiore alla media SIA di persone con intelligenza nettamente superiore alla media siano uomini – questa è una semplice differenza, non un vero vantaggio maschile nel complesso, ma è possibile (ed estremamente probabile a mio giudizio) che alcune, forse molte, donne tendano “a vedere il bicchiere mezzo vuoto” ovverosia unicamente la preponderanza numerica dei geni maschili rispetto a quelli femminili, e sviluppino pertanto senso di frustrazione se non addirittura un vero e proprio complesso d’inferiorità, che sfociano in misandria.

La stessa asimmetria sessuale, pur così vantaggiosa per le donne nel complesso, può essere fonte di misandria: il sesso è piacere, ed è quindi ovvio che alcune donne provino invidia per il maggior desiderio sessuale maschile – soprattutto se considerano la cosa da un punto di vista prettamente (e ciecamente) femminile, ovverosia se considerano il sesso qualcosa di molto facile da ottenere (talmente facile da essere considerate a volte delle “poco di buono” se promiscue, anziché dei “campioni, migliori della media” come accade sovente con gli uomini eterosessuali promiscui): è ovvio infatti che, stante un maggior desiderio sessuale (tipicamente maschile) e una maggiore capacità di ottenere facilmente sesso dalle persone del sesso opposto (caratteristica tipicamente femminile), il maggior desiderio sessuale diventa una cosa nettamente positiva, e di fatto invidiabile. Infatti, ad esempio, la famosa femminista Naomi Wolf ha dichiarato più volte di “provare invidia per il grande piacere che gli uomini sono grado di ottenere. dal corpo femminile”.

E qui finiscono le ragioni biologiche, da una parte e dall’altra.

Ci sono poi le ragioni culturali di misoginia e misandria: su queste si potrebbe scrivere un intero libro. Ad esempio certe religioni possono incoraggiare la misoginia, il femminismo incoraggia certamente la misandria e lo fa in innumerevoli modi, tanto che senza misandria il femminismo sarebbe non solo impossibile ma persino inconcepibile nella sua applicazione pratica. E così via.

Credo comunque che le ragioni culturali di misoginia e misandria siano in qualche modo meno importanti, in quanto estremamente variabili e pertanto sfuggenti:
variano a seconda dei luoghi e dei tempi. La cultura della Grecia Classica, ad esempio, era certamente in parte misogina, mentre lo stesso non può certamente dirsi della Grecia attuale.

Mentre invece la biologia umana non varia, è sempre quella, in ogni tempo e in ogni luogo.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi sostenere TIMI con una piccola donazione

paypal.me/ericlauder

8 thoughts on “Misandria e misoginia: quali sono le cause biologiche?

  1. LA TEORIA VINCENZINIANA (cioè mia, da uomo non titolato ). Molti milioni di anni fa i mammiferi erano tutti ermafroditi; alcune prove a sostegno: >>>>>1) i maschi hanno le tette; >>>>>2)le donne hanno il clitoride-ex pene; >>>>>3)le Iene femmina hanno un clitoride che è grande quanto un pene di iena ed è difficile distinguerli; >>>>>4)anche le donne possono avere le loro “eiaculazioni” e la composizione di quel liquido è esattamente come quello dell’eiaculazione maschile, mancante solo di spermatozoi; Le ghiandole di Skene sono considerate le omologhe ancestrali della ghiandola prostatica maschile. I fluidi prodotti durante l’eiaculazione femminile hanno una composizione simile al liquido secreto dalla ghiandola prostatica maschile, contenendo gli stessi marcatori biochimici della funzione sessuale, come la proteina di tipo 1 e l’enzima PDE-5 (v.Wikipedia. >>>>>5) esistono ancora animali ermafroditi; >>>>>>6) esistono persone attratte sessualmente dallo stesso sesso.
    In quei lontanissimi tempi la lotta fisica e violenta tra gli ermafroditi era riuscire ad ingravidare l’altro senza farsi ingravidare, cosa assai pericolosa, che esponeva a mille rischi e che rendeva vulnerabili, dipendenti perché bisognosi di protezione). >>>>>>>7) La stessa cosa avviene anche oggi tra certi vermi marini ermafroditi, i quali prima di accoppiarsi se le danno di santa ragione, CIASCUNO PER PREVALERE SULL’ALTRO/A E INGRAVIDARLO/A SENZA ESSERE A SUA VOLTA INGRAVIDATO. Da milioni di anni il soccombente (oggi donne-femmine specializzate non più ermafrodite) hanno di conseguenza sempre ODIATO L’INGRAVIDATORE, ed ancora oggi, da femmine specializzate lo si odia (e invidia): INCOSCIENTEMENTE E INCONTROLLABILMENTE, IN QUELLA PARTE DI CERVELLO COSIDDETTO PRIMORDIALE DU CUI TUTTI SONO DOTATI.
    Contrariamente ad oggi, una volta gravida, l’ermafrodita soccombente umana, non poteva che fare BUON VISO A CATTIVO GIOCO e optare per il male minore: essere remissiva, collaborativa, “amabile” in cambio di protezione e cibo. Oggi a proteggere è lo Stato e le risorse necessarie per vivere sono accessibili indifferentemente da maschi e femmine. Questo fa si che la femmina umana è libera. Tra le altre libertà, ha quella di manifestare il rancore primordiale verso il proprio ingravidatore.

    Scoperta choc per un uomo 37enne: ha l’utero e le ovaie, può restare incinto. Ora dovrà scegliere…
    …I medici ritengono che la condizione dell’uomo sia dovuta alla Pmdc, ovvero la persistent Müllerian duct syndrome, una rara condizione in cui una persona ha genitali maschili esterni e organi riproduttivi femminili interni.
    https://www.caffeinamagazine.it/world/10528-scoperta-choc-per-un-uomo-37enne-ha-l-utero-e-le-ovaie-puo-restare-incinto-ora-dovra-scegliere/

    La sindrome da persistenza dei dotti Mülleriani (PMDS) è una malattia rara dello sviluppo sessuale (DSD), caratterizzata dalla persistenza dei derivati Mülleriani e dalla presenza dell’utero e/o delle tube di Falloppio in soggetti di sesso maschile che, per il resto, appaiono normalmente virilizzati.
    https://www.orpha.net/consor/cgi-bin/Disease_Search.php?lng=IT&data_id=1553&MISSING%20CONTENT=Persistent-Mullerian-duct-syndrome&search=Disease_Search_Simple&title=Persistent-Mullerian-duct-syndrome

    Like

  2. vuoi abolire l’aborto? in tutti i casi o con eccezioni? E comunque quel che proponi viola il diritto delle donne di decidere sul loro corpo e ci farebbe tornare alle mammane per le donne povere (con conseguenze mortali) e ai “cucchiai d’oro” per le donne ricche. E’ semplicemente infame. Io difenderò il diritto di interrompere volontariamente una gravidanza fichè avrò vita, sono pronto a fare le barricate su questa cosa. Se tra i tuoi amici anti-femministi diverrà dominante la linea anti-abortista troverete una opposizione durissima e prenderete una sonora batosta. Non dite che non vi avevo avvertito

    Like

    1. L’ideale sarebbe aborto finanziario per gli uomini, cosa che le donne hanno già, si chiama parto in anonimato.
      Ma se la montagna non va da Maometto, allora Maometto andrà dalla montagna….

      Il diritto di decidere del proprio corpo non esiste: per questo è vietata la GPA, per questo si circoncidono i neonati e bambini di pochi anni.
      Come vedi tutti i nodi vengono al pettine, e la quadratura del cerchio non si può fare.
      Comodo parlare di diritto delle donne al loro corpo, ma circoncidere i bambini, niente aborto finanziario per gli uomini, niente GPA…è il massimo per quelli come voi…ma solo sinché queste contraddizioni non esplodono…
      Come vedi gli infami sono quelli come te.

      E tutto questo senza contare che la miglior difesa è l’attacco.

      Like

    1. Si, ma qui è diverso, è come quel vecchio gioco elettronico semi-meccanico, mi pare si chiamasse Stompin’
      Ci sono le talpe di gomma che mettono fuori la testa e appena mettono fuori la testa, tak! Tu gli dai una martellata sulla testa e fai punti!
      Infatti come vedi Paolo posta un messaggio, io gli rispondo garbatamente, e lui non replica e si volatilizza per parecchi giorni o persino settimane.
      Questo è l’unico sito di tutto l’universo dove Paolo si ammutolisce, da solo, senza ban e senza insulti.

      Like

      1. “…si volatilizza per parecchi giorni o persino settimane”.
        Sì. ma non ti illudere. Se si assenta è solo perché deve andare altrove, sui altri spazi e bacheche a smascherare e a combattere i nostri soci. Kattivi come noi.

        Like

  3. vabhè, ma le donne che vogliono la stazza di un uomo magari sono le lesbiche butch 😛
    mi sa che hai preso un abbaglio, qui.
    guarda che la maggioranza delle donne non vuole il fisico alla “Terminator”.

    e anche meno male: a quanti uomini piacciono le donne “body builder”? che comunque esistono, anche se sono ovviamente di forza fisica inferiore agli uomini (specie body builder) comunque hanno certi braccioni e polpaccioni che te le raccomando

    al massimo le donne vogliono cose tipo tette grosse, un bel culo senza cellulite.

    i muscoli di Rambo proprio no. 😛

    per quanto riguarda gli uomini con misogini a me vengono in mente cose come Nietzsche o i talebani.
    non mi pare neanche che i due personaggi in questione volessero scopare donne, o meglio i talebani scopano ma non hanno il concetto di libertà sessuale che abbiamo qui, dubito che l’idea di femmina ideale per un talebano sia una Moana Pozzi. ma pur ammettendo che abbiano quell’ideale di donna lì, il loro stesso sistema di leggi e società lo proibisce (donne velate, vergini fino al matrimonio ecc.) quindi…

    Like

    1. Non ho mica scritto che vogliono la stazza di un uomo, ho detto che alcune ne invidiano la superiore forza fisica, non è una cosa razionale.
      Proprio come noi invidiamo il loro potere sessuale, l’effetto che fanno sugli uomini: ma mica vorremmo avere un corpo di donna, semmai vorremmo fare identico effetto sulle donne.
      Si invidia il risultato, non il mezzo per ottenerlo.
      E proprio per quel che riguarda la misoginia credo che sia proprio l’invidia per il potere sessuale femminile la causa principale. Immagina un po’ un ragazzo bello (attenzione: non bellissimo né famoso, solo esteticamente sopra la media) e vestito al meglio che entra in un locale dove c’è una maggioranza di donne, e alcune signore – non una, tre o quattro – di tutte le età si danno da fare per rimorchiarlo, attaccando bottone e offrendogli da bere. E’ quasi inimmaginabile. Eppure è quello che capita se una che è un 7/8 in minigonna e scollatura entra in un locale dove c’è una maggioranza di uomini.
      Io ricordo scene di ragazze più o meno insignificanti esteticamente ma vestite tutte in tiro, al tavolo con una maggioranza di ragazzi un po’ brilli, ricevere valanghe di complimenti e avances. Parliamo di tizie che nella gara “la più bella della classe / della ditta” si piazzerebbero a malapena a metà classifica.
      Facciamo finta di niente, ma la differenza è una cosa che ti tocca dentro e credo succeda a tutti. Ci sta che alcuni ne soffrano molto più degli altri.

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s