Informazione Irrilevante: Corte UE decreta la fine dell’illimitato desiderio individuale…mettendo al bando l’obiezione di coscienza.

Come auspicato da moltissimi tradcon (tradizionalisti-conservatori) la Corte Europea dei Diritti Umani (ECHR) ha emesso una sentenza con la quale stabilisce che le libertà individuali e i desideri e le opinioni individuali debbono recedere di fronte all’interesse collettivo.

Si tratta forse dell’inizio della fine della cosiddetta “dittatura dei desideri individuali” oggi tanto stigmatizzata da una sempre più folta schiera di tradcon?

Forse, o forse no.

C’è da augurarsi di no, per tutti, ma specie per gli stessi tradcon.

Perché, contrariamente alle opinioni non supportate da fatti, alle impressioni ed ai sentimenti dei tradcon che tuonano contro gli eccessi dei desideri e della libertà individuale, la società in cui viviamo non è una società tradizionale-conservatrice “salvo per il fatto che da’ troppo peso ai desideri individuali”, bensì una società dove i cosiddetti progressisti hanno grande potere ed influenza…e pertanto, quando vengono schiacciati i diritti individuali in nome di un superiore interesse collettivo, questo può essere il risultato:

Pursued the legitimate aim of protecting the health of women seeking an abortion. Sweden provides nationwide abortion services and therefore has a positive obligation to organise its health system in a way as to ensure that the effective exercise of freedom of conscience of health professionals in the professional context does not prevent the provision of such services.

Che è successo?

Che la Corte Europea dei Diritti Umani (ECHR) ha dato torto alle due ostetriche svedesi obbiettrici di coscienza, che si rifiutavano di far abortire le pazienti.

https://www.bbc.com/news/world-europe-51874119

Inutile aggiungere che questa sentenza – ove si stabilisce esplicitamente che “l’esercizio della libertà (individuale) di coscienza non può prevalere sull’organizzazione e l’offerta di un servizio nazionale”potenzialmente apre la strada alla messa al bando dell’obiezione di coscienza in tutti i paesi UE.

Viene però da chiedersi: come reagiranno i tradcon?

Festeggeranno il fatto che finalmente la società ha iniziato ad abolire la dittatura degli illimitati desideri indiviuali, sottomettendoli al superiore interesse collettivo? Beh, visto cosa è appena accaduto, non credo proprio…

Si lamenteranno dell’inusitato attacco ai diritti individuali? Ne dubito: secondo la filosofia che indefessamente propugnano da un pezzo a questa parte i diritti individuali non debbono mai prevalere sull’interesse collettivo, tranne ovviamente se si tratta di interessi puramente economici – in tal caso si fa eccezione perché il sesterzo santifica l’intenzione 😀 O qualcosa del genere.

E quindi che faranno i tradcon adesso?

Non posso saperlo con certezza, ma posso tirare a indovinare: secondo me, salvo alcune eccezioni, in generale i tradcon faranno finta che niente sia accaduto, seguendo la cosiddetta Legge del Menga, dalla celebre Fanfulla da Lodi, che dice:

Legge del Menga: chi ce l’ha in culo stia zitto e se lo tenga.

Taggato “Aborto”, “Giustizia” e “Informazioni Irrilevanti”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s