CEO WTC San Marino al ministro Bonetti: la questione maschile sta per esplodere.

Egr. Ministro Dott.ssa Elena Bonetti, mi presento, sono Lorenzo Casesa, Amministratore Delegato del World Trade Center di Rimini San Marino, apparteniamo all’organizzazione Internazionale World Trade Center Association di New York, sede dei 350 WTC del mondo presenti in oltre 90 Stati, la WTCA è anche Advisor alle Nazioni Unite. Sono un attivista per la parità di genere e mi occupo del disagio maschile, continuamente non ascoltato e non preso in considerazione dalla politica. Si parla sempre e comunque solamente di questioni e problemi femminili. Giustamente dico io ma vi è un altro 50% di popolazione mondiale che è in forte disagio e che non viene ascoltata. A seguito di una ricerca condotta a livello Internazionale sul preoccupante fenomeno dell’aumento dei casi di suicidi fra i ragazzi di sesso maschile compresi tra i 12 e i 25 anni di età (in Italia si contano circa oltre 300 suicidi all’anno) ho avuto modo di analizzare alcune cause che sono il frutto dei disagi presenti oggi nel genere maschile che, a mio avviso, sono completamente ignorati dalle Istituzioni che sono impegnate al 100% nelle politiche a sostegno del genere femminile, trascurando o ignorando completamente l’uguaglianza di genere e il disagio maschile. Basti solo pensare che non vi sono finanziamenti pubblici per centri di accoglienza per uomini che subiscono violenza, eppure la violenza sugli uomini (dati Istat e studio dell’Università di Siena) ha un peso del 40% a confronto con quella subita dalle Donne, dato non trascurabile, I centri di accoglienza ricevono finanziamenti solo per il genere femminile, il genere maschile non esiste!!! Ma non dobbiamo tutti lavorare per la parità di genere? In allegato un documento che abbiamo inviato a tutti i Media Italiani su cui Le chiedo gentilmente una attenzione particolare e se possibile una risposta a questi gravi problemi, parliamo di vite umane da salvare (oltre 500 all’anno, mentre le scrivo qualche padre o qualche ragazzo si sono tolti la vita) e di nascite oramai estinte da far ripartire. Un ringraziamento anticipato per l’attenzione e la sensibilità che vorrà dedicarci.
Lorenzo Casesa – Ceo Wtc Rimini San Marino

https://www.sanmarinortv.sm/news/comunicati-c9/ceo-wtc-al-ministro-bonetti-la-questione-maschile-sta-per-esplodere-disagio-maschile-e-pari-opportunita-a208578

15 thoughts on “CEO WTC San Marino al ministro Bonetti: la questione maschile sta per esplodere.

  1. Ma è tutto vero?
    Questa persona esiste davvero e ha davvero scritto questo appello?
    Forse allora c’è una speranza che possa essere preso in considerazione!

    Il testo lo trovo sintetico, efficace e condivisibile. Unico appunto, non avrei messo in mezzo la questione delle “nascite in calo”, perché così su due piedi non si capisce cosa c’entri coi gravi problemi maschili.

    Like

    1. Di far finta che la lettera non esista e provare se possibile a creargli problemi nel suo lavoro.
      Ma con questo se lo prendono nel culo mi sa, perché in due attività su tre è co-fondatore, ovvero proprietario, e pure sull’altra non le vedo messe tanto bene.

      Like

      1. un’altra cosa che direbbero è che la violenza contro gli uomini è sottostimata a causa della cultura patriarcale che vede gli uomini come incapaci di essere deboli, e siccome il femminismo combatte il patriarcato, combatte anche in favore degli uomini e della possibilità che vengano riconosciuti come vittime. quindi la soluzione è more feminism!
        è dal 2012 che seguo il femminismo in lingua inglese, quello di tumblr e jezebel per intenderci e ciononostante non sono ancora morto di cancro. https://www.memecreator.org/static/images/memes/5192453.jpg

        Like

        1. Infatti è per questo che diciamo che il patriarcato sono loro – quando gli fa comodo – perché fanno di tutto per far sottostimare la violenza sugli uomini, silenziando chuiunque la evidenzi, e fanno appelli a proteggere “donne e bambini” come dire che le donne sono come i bambini.

          Like

  2. Lettera fin troppo gentile considerando che verrà cestinata. Il fatto che sia un ministro donna non migliorerà la visualizzazione, temo. Per quanto mi riguarda non rivolgerei la parola ad un politico neanche se mi fosse a mezzo metro figuriamoci in rappresentanza di qualcun altro. È gente totalmente indegna

    Liked by 1 person

  3. Effigie di efficienza ! Quando ho a che fare con la PA devo contare non fino a dieci ma fino a mille. On line non concludi una mazza, è sempre tutto intasato e bloccato con i cerchietti che girano. Allora vai personalmente ma non è mai risolutivo, ci vuole sempre il ritorno. Quello che vedo io dentro le fresche stanze dei palazzi è un esercito di donne che girano con le cartelline blu in mano e non ho mai l’ impressione che si ammazzino di lavoro. A me dopo un mese o giù di lì le agenzie di somministrazione mi danno il ben servito via WhatsApp indifferentemente da come lavoro ma solo per metterci qualche altro afflitto e pagare meno tasse possibili. Disgustoso !

    Like

  4. Sono Lorenzo Casesa. Amministratore Delegato del World Trade Center di Rimini San Marino.
    Si, Sono vero.
    Ho scoperto questo post per caso e mi ha fatto piacere sapere che qualcosa di buono si muove.
    Le coscienze maschili, finalmente, si stanno svegliando.
    Abbiamo un problema, essendo maschi, spesso ci comportiamo come galli in un pollaio e litighiamo tra noi, che combattiamo per la stessa causa, invece dobbiamo essere uniti e mantenere, ognuno la propria autonomia. Ma occorre un coordinamento e un comitato che ci rappresenti a livello nazionale.
    Vi fara’ piacere sapere che:
    La Segretaria del ministro mi ha risposto. La risposta e’ stata vaga ma mi hanno detto che risponderanno in dettaglio a breve.
    Bisogna avere fiducia e pazienza. Eliminare qualsiasi frase estremista e perseverare.
    Soprattutto, ripeto, fare squadra ed essere uniti.
    Serve un comitato unico che faccia da coordinamento di tutte quelle associazioni che si occupano della questione maschile. Si potrebbe fare tanto, per esempio organizzare una manifestazione il 19 Novembre 2022 a Roma in occasione della Festa dell’Uomo.
    Lo sapevate che esiste la festa internazionale dell’Uomo?
    Si, proprio cosi, come esiste la festa internazionale della Donna l’8 Marzo, esiste la festa internazionale dell’Uomo il 19 Novembre.
    Chi si vuole unire a me nalla difesa dei diritti maschili nel rispetto delle regole civili puo’ scrivermi via email a:
    lorenzo.casesa@wtc.sm
    Preciso che rispettero’ le autonomie dei vari movimenti esistenti, tipo MGTOW, MRA, LaFionda, Padri separati e tutti gli altri. Mi perdonerete se non li cito tutti ma siamo davvero tantissimi e ognuno deve fare la sua parte.
    Spero mi scrivereto numerosi.
    Ciao Brothers!!!

    Liked by 2 people

    1. Salve, e benvenuto.
      Avevo intenzione di contattarla per email ma mi sono detto: è un attivista vero e pertanto si farà vivo lui…

      Questo, malgrado l’apparenza volutamente dimessa, è il secondo sito più seguito in Italia riguardo la Questione Maschile, con numeri non paragonabili a La Fionda, ma comunque superiori a chiunque altro.

      Le frasi “estremiste” servono eccome, l’importante è che si tratti di “estremismo” intelligente e legale: serve a legittimare i “moderati” – senza estremismo i moderati saranno considerati estremisti…non a caso il movimento MRA si è un po’ “normalizzato” nella pubblica opinione con l’avvento di MGTOW…

      Like

      1. Bene,
        scrivimi alla mia e-mail e ritieniti libero di presentarti. Ho già preso contatti con molti e a breve ci riuniremo tutti a livello nazionale per gettare le basi di un coordinamento. Dobbiamo esserci tutti. Ognuno conserverà la propria autonomia ma tutti dobbiamo essere rappresentati. Mi fa piacere che il vs sito è tra i più visti.
        Abbiamo bisogno di tutti, di gente come voi.
        Scrivimi alla mia e-mail.
        Grazie.
        Ciao.
        Lorenzo.

        Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s